Article

Gianfrancesco da Tolmezzo

Il pittore Giovanni Francesco Del Zotto (detto Gianfrancesco da Tolmezzo) nacque a Socchieve nel 1450 circa. Non ci sono pervenute notizie precise relative alla sua prima formazione: tuttavia, si può ritenere che ben presto si fosse avviato verso i più grandi centri di Padova e Venezia. Qui ebbe sicuramente modo di osservare le opere di Andrea Mantegna (1431-1506) e di Bartolomeo Vivarini (1432-1491). Gianfrancesco da Tolmezzo realizzò principalmente numerosi cicli di affreschi: si possono ricordare quelli delle chiese carniche di San Lorenzo a Forni di Sotto (1492), San Martino a Socchieve (1493) e San Floriano a Forni di Sopra (1500). Le sue opere sono contraddistinte soprattutto da una sapiente resa grafica: talvolta dimostrò anche la sua vicinanza allo stile delle stampe provenienti dai Paesi nordici che circolavano in quel periodo. Nell’ambito della sua produzione spiccano anche tre pale d’altare: una “Madonna con Bambino e Angeli”, una “Vergine in trono con Bambino e santi” (1507) e il famoso polittico della chiesa di San Martino a Socchieve (iniziato nel 1509, lasciato incompiuto al momento della sua morte – avvenuta nel 1511 – e poi terminato da un altro autore nel 1513). Tra le opere che Gianfrancesco realizzò per il territorio socchievino si può ricordare anche il ciclo di affreschi della cosiddetta “Maina in Somp da Cleva” (con ogni probabilità risalente all’ultimo decennio del XV secolo).

dott.ssa Nadia Danelon

Accordion

Una sezione della Rassegna Carnica è dedicata all'esposiz

Ormai da alcuni anni la Rassegna Carnica vuole dedicare

Per commemorare il Centenario della Grande Guerra una sal